Giocare con niente

Giocare con niente + Lab

Il vero giocattolo didattico è il gioco che non c’è
Comprendere modalità di gioco e giocattoli dei bambini di una volta ponendoli a confronto con quelli attuali, riciclando in modo creativo i materiali di scarto e riscoprendo il gioco all’aria aperta

Target di riferimento: scuole dell’infanzia, primarie, secondarie di primo grado. Una classe per volta
Periodo: da settembre a luglio
Durata: 2 ore
Quota: 2 euro (3 euro abbinato ad uno dei laboratori)

All’interno della sezione dedicata ai giochi di una volta, si dialoga sulle condizioni e le modalità di gioco dei bambini d’inizio Novecento e degli anni ’50, sottolineando come l’autonomia e la povertà di mezzi portassero a sviluppare grande creatività e abilità manuale. Vengono analizzati i giocattoli esposti attraverso il riconoscimento dei materiali naturali e di recupero, le modalità di costruzione e la prova di alcuni di essi.

Laboratori abbinabili
(nelle parentesi è specificata la durata e il materiale da far portare a ciascun bambino)
– giochi di carta e col tovagliolo (1 ora e mezza; tovagliolo di stoffa);
il cane (1 ora e mezza; barattolo circolare di metallo con coperchio);
la fionda (1 ora e mezza; forcella di legno recuperata da un ramo d’albero)
il missile San Marco (1 ora; una bottiglia di plastica di forma conica).

Possibilità di eseguire l’attività di laboratorio anche in classe.