Turismo sostenibile Romagna senza valigia

Riparte giovedì 27 giugno dall’Ecomuseo delle Erbe Palustri di Villanova di Bagnacavallo la nuova edizione di Romagna senza valigia, progetto attivo dal 2007 e coordinato da Ravennaservizi per rafforzare e ampliare l’offerta turistica ravennate, attraverso escursioni che valorizzino i soggiorni costieri estivi col contributo della cultura dell’entroterra.

Nel pomeriggio si potrà visitare il nuovo Ecomuseo delle Erbe Palustri, completamente riallestito e da quest’anno riconosciuto come Centro Visita del Parco del Delta del Po. Il percorso museale si snoda tra ricostruzioni multimediali degli ambienti storici e testimonianze della vita economica e sociale della comunità villanovese. Dalle vicende territoriali proposte al pian terreno fino alle singole sezioni delle Cinque Erbe al piano superiore. I visitatori potranno immergersi completamente nel mondo della valle e della comunità villanovese grazie all’Etnoparco “Villanova delle Capanne”, alle proiezioni degli ambienti vallivi più suggestivi del Parco del Delta del Po nella sala immersiva e agli artigiani che nella Casa Laboratorio mostrano dal vivo le antiche tecniche di lavorazione. Ci saranno poi laboratori sulle minestre della tradizione. Presso l’area dedicata al convivio e all’ospitalità si potrà gustare una merenda con prodotti a chilometro zero.

La visita si sposterà poi a Bagnacavallo, dove si potrà ammirare il suggestivo centro storico tra piazze, vicoli e portici, e il prestigioso teatro intitolato a Carlo Goldoni, l’illustre commediografo veneto il cui padre esercitò la professione di medico condotto a Bagnacavallo. L’escursione si concluderà presso un’azienda agricola con degustazione dei famosi vini del Consorzio Il Bagnacavallo.

La partenza dalle località costiere è prevista intorno alle 14.30 (da concordare con gli organizzatori di Ravennaservizi) e il rientro per le 19.30.

L’Ecomuseo delle Erbe Palustri, che ha collaborato alla nascita del progetto Romagna senza valigia, da sempre sottolinea l’importanza di sensibilizzare gli enti pubblici e gli operatori verso un turismo sostenibile d’area vasta. I turisti, infatti, molto spesso si limitano a soggiornare nel litorale e a seguire gli itinerari della grande promozione turistica senza poter apprezzare luoghi e realtà della terra di Romagna di grande interesse. Romagna senza valigia propone invece agli ospiti della riviera un piacevole pomeriggio alla scoperta delle eccellenze, delle novità e delle tipicità locali, attraverso itinerari che mescolano storia, arte, artigianato ed enogastronomia.

Le visite successive a Villanova e Bagnacavallo sono in programma l’8 agosto e il 5 settembre.

Romagna senza valigia prevede poi altri due itinerari: Le tele stampate e Santarcangelo (4 e 18 luglio, 1 e 22 agosto), La ceramica di Faenza e Brisighella (11 e 25 luglio, 29 agosto).